[fullscreensearch]

Consigli utili

Alimentazione

Un’alimentazione equilibrata è estremamente importante in caso di sindrome del colon irritabile.

Oltre alla terapia con Kijimea Colon Irritabile, si raccomanda ai soggetti interessati di prestare attenzione all’alimentazione. Se la barriera intestinale è danneggiata, infatti, l´intestino può diventare sensibile a determinati cibi e abitudini alimentari. Ecco dunque i nostri consigli:

Tenete un diario alimentare
Un diario alimentare può aiutarvi a scoprire quali cibi vi provochino maggiormente disturbi intestinali. Registrate le vostre abitudini alimentari e gli eventuali disturbi intestinali. Imparate ad ascoltare il vostro corpo e a riconoscere le sue reazioni. In questo modo, potrete comprenderne le interrelazioni e apportare modifiche mirate alla vostra alimentazione. Qui trovate un modello di diario alimentare da scaricare gratuitamente.

Mangiate lentamente e con calma
Prendetevi del tempo per consumare i pasti. Masticate a fondo ogni boccone. Evitate di deglutire una grande quantità di aria mentre mangiate. I pazienti affetti da sindrome del colon irritabile hanno inoltre spesso problemi a digerire porzioni abbondanti. La presenza di un’eccessiva quantità di cibo nel tratto digestivo può infatti provocare i sintomi tipici del colon irritabile. Pertanto, consumate giornalmente tanti pasti piccoli così da non sovraccaricare stomaco e intestino.

Seguite un’alimentazione bilanciata
Per supportare l’intestino nelle sue funzioni digestive, cercate di alimentarvi in modo bilanciato. Riducete il consumo di alimenti con molti grassi idrogenati, come ad esempio cibi fritti o molto unti e cioccolato. Evitate anche spezie piccanti. Consumate invece più spesso alimenti non modificati, quali frutta, verdura e insalata. Se soffrite di stitichezza, seguite una dieta ricca di fibre. Queste ultime, infatti, assorbono l’acqua all’interno dell’intestino, gonfiandosi e stimolando così l’attività intestinale e la digestione. In caso di diarrea e flatulenza, assumete invece una quantità minore di fibre, poiché queste potrebbero aggravare i disturbi.

obst_gemuse1_2000-1024x576-e1429017125370

Bevete molto
Idratatevi a sufficienza, bevendo circa due litri di acqua al giorno. In tal modo, potrete attenuare la costipazione. L’idratazione è importante anche in caso di diarrea, in quanto in questi casi l’organismo perde molti liquidi. Si consigliano in particolare le acque minerali lisce o povere di anidride carbonica e in alternativa tisane o the alla frutta. Evitate alcol, caffè e altre bevande contenenti caffeina. Sono sconsigliate anche le bevande molto gassate come i soft drink, che possono provocare flatulenza.

Consiglio:
Molti pazienti affetti da sindrome del colon irritabile soffrono anche di intolleranza al lattosio. Provate pertanto a evitare il lattosio per due settimane e prendete nota degli effetti sui vostri disturbi intestinali all’interno del diario alimentare.

Movimento

Un ulteriore consiglio per i pazienti affetti da sindrome del colon irritabile

header-bewegung_2-1024x758-e1429017210279

Ricordatevi di svolgere una regolare attività fisica. Il movimento favorisce infatti anche la motilità intestinale e può agire sull’intestino come un massaggio. Perciò, aggiungete un po’ di moto alla vostra vita.

Possono avere effetti positivi sulla sindrome del colon irritabile:

  • Passeggiate dopo i pasti
  • Ciclismo
  • Jogging
  • Nuoto
  • Ginnastica
  • Yoga
  • Escursioni

Relax

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che anche lo stress può aggravare i sintomi del colon irritabile.

È dimostrato che lo stress acuto provochi modifiche del tratto gastrointestinale. Le ragioni sono legate ad una modifica della distribuzione ormonale, provocata da un episodio di stress (emotivo), e una maggiore produzione di succhi gastrici. Raccomandiamo pertanto ai pazienti affetti da sindrome del colon irritabile di ritagliarsi dei momenti di pausa durante la giornata. Cercate di gestire efficacemente lo stress e concedetevi, non appena possibile, piccole pause relax.

Possono aiutare:

  • Esercizi generali di rilassamento
  • Rilassamento muscolare progressivo
  • Training autogeno
  • Yoga
  • Tai Chi
  • Qi Gong
  • Sonno sufficiente e possibilmente regolare
espanung_2-1024x758-e1429017226180
Selezionare il paese